Come in un sogno

La mia esperienza in Irlanda

26.10.21 – Pensieri d’autunno
“🍁 L’autunno è arrivato anche qui a Monaghan! 🍁I paesaggi si stanno colorando di colori mozzafiato e le case sono già tutte decorate per Halloween.🍁 Anche se qui non è una festa sentita tanto quanto in America, le persone comunque si divertono ad appendere fuori dal portone qualche decorazione spaventosa 🍁🎃. 

Con le mie amiche inoltre ci siamo divertite davvero tanto ad intagliare le zucche, non l’avevo mai fatto ed è stata un’esperienza bellissima!🍁 Penso che essere Exchange student sia anche questo, buttarsi in nuove cose, fare nuove esperienze e provare ogni giorno a diventare la persona che hai sempre voluto essere. 🧡”

02.09.21 – Essere qui mi sembra un sogno
“Essere qui mi sembra un sogno. Alla mattina mi affaccio alla finestra e ringrazio me stessa di aver avuto il coraggio di buttarmi in questa esperienza. Quando dovevo decidere se rispondere sì o no alla domanda “vuoi fare l’anno all’estero?” pensai a quante cose potevano andare storte, alla mancanza di casa, alla nostalgia… ma ora che sono qui penso solo a quanto sono stata sciocca a farmi tutte quelle paranoie e rimpiango solamente di non aver preso prima in mano la penna per firmare. 

Sono qui solo da una settimana è vero, i giorni no dovranno ancora arrivare, ma già sento di essere un’altra persona. Mi sento più forte, più sicura e capace di affrontare qualsiasi difficoltà.”

27.07.21 – Riflessioni pre-partenza
“L’ultima videolezione di quest’anno scolastico è andata . -Giugno è arrivato anche quest’anno- penso, mentre la professoressa ci augura di passare una buona estate e ci consiglia di riposarci per tornare freschi a settembre. Settembre… che strano pensarci. Il giorno prima era accaduto lo stesso. Dopo che i Prof arrivarono alla conclusione dei loro discorsi “strappalacrime” su quanto sia stato difficile questo anno spezzato da settimane di dad e momenti di crisi di nervi dove l’istinto di tutti era quello di prendere un aereo per un’isola sperduta nel bel mezzo dell’oceano, arrivavano sempre a dire: “Allora a settembre…” oppure “Ci vediamo a settembre” o ancora “Studiate che a settembre…”
E io… io rimanevo lì a pensare che a settembre starò disfando i bagagli  e magari lottando contro la mia testa dura per essermi dimenticata questo o quello. Sarò distante 2500 km nel mezzo di un’enorme isola galleggiante probabilmente a chiedermi
-Chi cavolo me l’ha fatto fare di lasciare tutto? Amici, casa, famiglia…-
Lasciare la propria zona di comfort fa paura. Non avrei mai pensato che mi mancasse il mio liceo, la mia città o addirittura i professori che ormai mi ero abituata a vedere ogni singolo giorno. Oggi grazie al distacco ho compito il primo passo verso l’Irlanda, il paese che mi ospiterà per 10 lunghi mesi.
Ora però voglio passare un’estate meravigliosa  anche se non nascondo di sperare che settembre arrivi presto insieme alla mia partenza , a nuove speranze, sogni e obiettivi da raggiungere.”

Alice – Semestre Scolastico, Monaghan (Irlanda)

Condividi..